Chi siamo

Caterina

Sono cresciuta a Ranco, un piccolo comune sulla sponda lombarda del lago Maggiore, da cui sono partita per diversi “giri” più o meno lunghi. L’ultimo approdo è Copenhagen dove seguo un master in antropologia della mobilità per capire come aiutare le persone a rimanere immobili nel luogo che chiamano casa. L’idea di un cammino intorno al lago Maggiore altro non è che la mia via breve (e lenta) per tornare a casa (e magari restare).

Simone

Ho imparato a camminare sulle montagne bergamasche, dove sono nato e cresciuto. Oggi mi occupo di rigenerazione territoriale e riqualificazione urbana, come progettista e ricercatore indipendente. Non ho una passione per la fotografia, ma quando vedrete qualcuno che immortala l’archeologia industriale e i pannelli informativi davanti a chiese, musei e statue, saprete che sono io.

Aurora

Il Lago Maggiore fa parte della mia vita da quando sono nata. Non ho voluto abbandonarlo nemmeno nel corso dei miei studi universitari: laureata in turismo e sviluppo locale, ed appassionata di enogastronomia, per la mia tesi magistrale ho ipotizzato un modello di sviluppo turistico della zona, basato sulla valorizzazione dei prodotti ittici lacustri. Credo sia chiaro che ho a cuore questo territorio e, anche con tracciaminima, è di nuovo dal lago che voglio partire (e questa volta girargli anche intorno).

Daniele

La mia strada e quella del Lago Maggiore si sono incontrate per la prima volta tra i corridoi universitari di geografia e si ritrovano di nuovo ora, dopo essermi laureato in urbanistica. Mi piace osservare il territorio attraverso differenti occhi. Apprezzo il lago come interessante strumento per ampliare i miei interessi verso le dinamiche e i processi territoriali. Allo stesso tempo lo considero una preziosa risorsa con cui provare a promuovere scenari di sviluppo locale.